La Libreria del Convegno presenta la collana ossa di pièdimosca

Giovedì 28 Maggio alle ore 18:30

LA PAROLA AI LIBRAI
i librai si fanno relatori del tour online #collanaossa pièdimosca edizioni e presenteranno le prime due uscite della collana di narrativa.

GLI ALTRI FANNO VOLUME di Angelo Calvisi
Io non mi abbatto mica, io assecondo gli eventi e assecondandoli elimino le aspettative.

2007 Il Genoa è promosso in serie A. Paolo ha quarant’anni e lavora nel negozio di musica di una grande catena, da qualche anno in crisi. Il padre dopo anni di silenzio comincia a telefonargli una volta a settimana come se nulla fosse, per poi sparire di nuovo poco dopo.

1995 Paolo vende assicurazioni. È vittima di crisi glicemiche a causa della dieta a base di semi di zucca e Pocket Coffee. Ha perso nove chili in poche settimane, ma Caterina lo ha lasciato lo stesso.

1978 Genoa spedito in serie B. Tra scambi di figurine con Andrea e trascrizioni di sogni in un quaderno, Paolo bambino assiste a una delle pagine più grigie della storia italiana, e della storia della sua famiglia, senza saper distinguere i buoni dai cattivi: «lo deciderà la storia». Se non fosse che la storia «cambia idea un milione di volte» e tutto sembra accadere per caso.

2001 Sullo sfondo della Genova del G8, la musica di nicchia di cui Paolo è appassionato si confonde con la musica orrenda che è costretto ad ascoltare al Mega Store.

2012 Paolo è un operatore sociale. È minacciato dal pompiere marito dell’amante con cui tradisce Maddalena.

2009 Paolo dà il suo meglio nella squadra di calcio del carcere, nonostante un infortunio che lo porta a fare i conti con la propria salute.

Bastano cinque, sei giorni, non di più, per raccontare l’esistenza di una persona.

Sei scene forse autonome, forse capaci di determinarsi l’un l’altra scompaginando le relazioni causa-effetto. Che siano vite parallele o pezzi dello stesso puzzle poco cambia: a esistere è sempre solo il presente.

LE COSE INUTILI di Carlo Sperduti
Una lettura scorrevole ma allo stesso tempo profonda, leggera ma non per questo superficiale, riflessiva senza essere pedante, impegnata ma romantica, attuale ma universale, solare ma linconica, educativa ma neggevole, saggistica ma nualistica.

Quando Vlado Merletti ricompare al Baranoia, dopo un lustro di assenza e un divorzio mal digerito, non tutto è rimasto immutato.

Irene Abbandando, ex signora Merletti, ha riscosso un successo mondiale grazie all’invenzione delle mutandem; Marilena, unigenita di Vlado e Irene, intrattiene con l’erudito libraio Fosco Bruno Toddottidi una relazione sensoriale a dir poco inconsueta; lo studente Antonio vede il suo destino impennarsi grazie alla signora Abbandando; al Baranoia, l’attenzione alle pulizie della proprietaria Linda ha assunto i connotati di una mania e le conturbanti Marca e Davida non sono, forse, semplici cameriere… Nelle pieghe degli eventi si muove e agisce l’aleatoria Compagnia degli Atti Inutili.

Tra un presente, un passato e un futuro ugualmente improbabili, il romanzo si sposta avanti e indietro nei cinque anni in cui, da punti sparsi del globo, Vlado Merletti invia ad Amando e Gioio, compagni di bevute, le sue indagini su «oggetti decontestualizzati».

Una serie di svelamenti e situazioni paradossali mostrerà che ogni cosa può essere osservata da infinite prospettive e che la stessa nozione di esistenza è inafferrabile come un fugace starnuto verde in fondo a una via.

https://www.piedimoscaedizioni.com