Dolcissima abitudine

Arci Cremona • No Rogo
Antica Osteria del Fico • Leggere è Fico
con il patrocinio del Comune di Cremona

Alberto Schiavone presenta
Dolcissima abitudine
(Guanda Editore, 2019)

l’autore dialoga con Claudia Noci

giovedì 30 maggio 2019 • ore 21:30
Antica Osteria del Fico
Via Guido Grandi, 12 • Cremona, Italy
ingresso libero

L’estate di Gaia

Domenica 26 Maggio alle ore 17 verrà presentato L’estate di Gaia di Alessio Paiano.

“L’estate di Gaia” è la prima opera in versi di Alessio Paiano. Andrea Donaera, nella postfazione al volume scrive: “[…] riceviamo una novità assoluta, per questi nostri tempi: una poesia che non scivola accomodante ed emozionale, ma che costringe a cogliere il rovesciamento che è in atto nei sistemi comunicativi, attraverso l’indagine attorno alla lingua, componendola di alternative con piglio parodico, teatrale, osceno – anche nella forma editoriale data al volume. […] quanto di più lontano possibile dalla lingua ‘corretta’, dilaga nella lingua italiana e nella filosofia del linguaggio, attingendo a riferimenti autorevoli che prima di lui hanno compiuto l’eroismo di slacciarsi dal ‘normale’ fare poesia.” Da queste premesse nasce l’opera dell’autore secondo cui questo, lungi dall’essere un poema compiuto, è un pantano in cui l’autore non può che sprogettare quanto ideato. “L’estate di Gaia” è la distruzione in versi di un inetto digitale, Camicia Pezzata, scarto narrativo di un rapporto senza contatto, osceno, con un profilo digitale, Gaia. Non si dà autore senza personaggio, non si dà personaggio senza storia, non si dà storia senza l’umano, non si dà lettore-spettatore.

CTRL Gli ultrauomini

“Per 9 anni abbiamo stampato un magazine cartaceo, gratuito e tascabile, inizialmente distribuito solo nella nostra città, Bergamo. Dall’inizio del 2017 CTRL si è diffuso in tutta Italia, continuando a essere gratuito e tascabile. Fino al #72, l’ultima pubblicazione di questa lunga esperienza.

Ma CTRL non muore. Vogliamo continuare a raccontare le storie dell’Italia meno raccontata. Sul web a cadenza regolare, e su carta con una collana annuale di libri di reportage.

“Gli Ultrauomini. Terrestri d’Italia in contatto con altre dimensioni” è il nuovo libro di CTRL books, collana editoriale che nasce nella redazione di CTRL magazine.

Una strana creatura, un libro-reportage, un libro corale, di sole storie vere, che unisce:
– 1 reportage fotografico durato tre anni di Michela Benaglia.
– 11 reportage narrativi, affidati ad altrettanti scrittori e scrittrici: Giulia Callino, Maura Chiulli, Valerio Millefoglie, Alessandro Monaci, Angelo Mozzillo, Sofia Natella, Donato Novellini, Luca Pakarov, Martino Pinna, Matteo Trevisani, Paolo Zardi.
– 1 gran centrifugato finale di ultraumanità

Un libro-reportage di incontri ravvicinati con terrestri d’Italia che vanno ultra: a partire dal gestore di un’agenzia di pompe funebri di Mirandola, in provincia di Modena, che fornisce servizi di ibernazione. Tradotto: congela i cadaveri dei richiedenti e li spedisce in Russia in un centro specializzato di criogenesi (pratica legalizzata in quel paese), dove i corpi riposeranno in silos, a meno 196 gradi, in attesa di una “resurrezione” per intercessione della tecnologia.

E poi reportage da un convento di suore di clausura, dalle viscere della terra, da una sala operatoria, dalla casa di un “alieno di paese”, da una panchina su cui siede un cyborg ventiduenne, da un salottino in cui un maestro della Quarta Via beve il caffè, da un ufficio comunale in cui lavora una donna wrestler, da una conferenza di Persone Altamente Sensibili, dalla cameretta di una tanatoesteta, dalle spiagge dove un pensionato va a caccia di messaggi in bottiglia.”

Sabato 25 Maggio alle ore 17:30 con la redazione di CTRL magazine, sarà presente lo scrittore Donato Novellini

Il té delle Cinque – Maggio 2019

Arci Cremona Libreria del Convegno PETER’S TeaHouse Cremona Circolo Arcipelago IL TÈ DELLE CINQUE Una domenica al mese tra pagine e tazze fumanti Joan Lindsay • Picnic a Hanging Rock Daphne du Maurier • Rebecca domenica 19 maggio 2019 • ore 17:00 Circolo Arcipelago Via Speciano, 4 • Cremona

Una domenica al mese ci troviamo in compagnia di ottimo tè e decidiamo insieme quali letture accompagneranno gli incontri successivi. Siete tutte e tutti benvenuti e non dimenticate di portare la vostra tazza preferita! Per informazioni potete telefonare alla Libreria del Convegno (0372 32234). Vi aspettiamo!

Storia di un uomo vescica

Domenica 19 Maggio alle ore 17 verrà presentato il libro Storia di un uomo vescica di Dejanira Bada.

Maurizio Beltrami ha trentasette anni, un lavoro che detesta e un’enorme vescica sotto un piede che si nutre dei suoi traumi e che crescerà a dismisura fino a inglobarlo totalmente. Ipocondriaco e scettico, il protagonista di “Storia di un uomo vescica” sarà messo da questa straordinaria condizione di fronte all’importanza di un’esistenza libera da tutte le schiavitù della vita. Fenomenologia di una metamorfosi che rimane annidata insieme alle nostre paure.

Fossili e storioni

Quattro stagioni passate su una casa galleggiante sul fiume più lungo d’Italia. In “Fossili e storioni” lo scrittore ci racconta un anno vissuto a pelo d’acqua, sulla casa galleggiante sul Po, a cogliere i minimi cambiamenti della natura e i versi degli animali, ad ascoltare le storie dei vecchi pescatori e i sogni di Jenny la cantante, a vedere uomini remare in canoa o con una muta addosso procedere verso la foce. Un anno di apparente solitudine si trasforma – attraverso la parola scritta – nell’elegia degli spazi vuoti. Ognuno ha le proprie ragioni per stare sul fiume o fuggirne, ognuno ha la propria visione dell’acqua. In queste pagine, invece, nessuna fuga, nessuna ricerca di se stessi, piuttosto un resoconto, tra contemplazione e spirito d’avventura, grazie al quale ci si accorge che ogni luogo può essere unico. Basta saperlo guardare. Dopo “La vita segreta dei mammut in Pianura Padana”, Davide Bregola torna a raccontarci di noi immersi nel tempo e nella natura.

Sabato 18 Maggio alle ore 17:30 Donato Novellini dialoga con l’autore

Il Mediterraneo di De André

Libreria del Convegno e Tramoontana presentano:

“D’Ä MÊ RIVA – Il mediterraneo di De André”.
Lo spettacolo, tratto dall’omonimo libro di Andrea Martina e accompagnato da Giuseppe Fiorantee, è un viaggio nel mare creativo di Fabrizio De André che parte dalla sua crisi artistica del ’77, passa dal sequestro in Sardegna e arriva al 1984, anno in cui pubblica insieme a Mauro Pagani il suo capolavoro “Crêuza de mä”.
Un universo che abbraccia generi e stili diversi, riuscendo ad unire musica d’autore a dialetti mediterranei, passando anche da artisti come Pino Daniele e Domenico Modugno.

L’OPERA:
Nel 1984 Fabrizio De André sorprese critici e appassionati con la pubblicazione di Crêuza de Mä, un disco cantato interamente in dialetto genovese. Un’esigenza più che un’ispirazione, combinata a meraviglia dall’incontro tra il cantautore genovese e Mauro Pagani (arrangiatore e polistrumentista) che, dopo aver interrotto la sua collaborazione con la PFM verso la metà degli anni ’70, era impegnato da diverso tempo in una lunga ricerca sugli strumenti e le sonorità mediterranee.
Crêuza de Mä viaggia nel Mar Mediterraneo e nei sogni di chi lo naviga o aspetta dalla propria riva il momento di partire, racconta storie dimenticate e muove il suo obiettivo tra gli emarginati delle città portuali, cerca una radice comune che attraversa secoli e generazioni passando dalle scie disegnate dalle barche sull’acqua. Il disco abbraccia il Mediterraneo nella forma attraverso lingua e musica e rispetta questo spirito anche nell’essenza, cercando di essere cosmopolita, mistico e sfuggente come ogni realtà marittima.

Appuntamento a venerdì 17 maggio presso la Libreria del Convegno di Cremona in corso Campi 72
Inizio spettacolo: ore 18.00, ingresso libero e aperto a tutti

Verso dove?

Domenica 12 Maggio alle ore 17 in libreria si terrà la presentazione della rivista Versodove.

La rivista Versodove nasce nel 1994 dall’omonima associazione culturale. Si occupa di letteratura e delle sue contaminazioni con altre arti. La redazione ha sede a Bologna ed è composta da Vincenzo Bagnoli, Vito Bonito, Fabrizio Lombardo, Vittoriano Masciullo e Stefano Semeraro. Versodove è attiva anche su Facebook, la mail per contattare la rivista è versodove@gmail.com

Il tempo era adesso

Sabato 11 maggio alle ore 17 presso le Acli in via Massaia 22, Cremona presentazione del libro di Erica Mastrociani “Il tempo era adesso.” Editore Scatole Parlanti.

Erica Mastrociani è consigliera della Presidenza nazionale Acli con delega alla formazione e alla cultura.

Mauro Platé presenterà l’autrice.

Lettera agli italiani come me

“Il 16 ottobre ho scritto al ministro dell’Interno, Matteo Salvini, per spiegargli perché il suo decreto è un disastro per le persone che si trovano nelle mie condizioni. Mi ha risposto con gentilezza, ma dimostrando di non aver capito molto delle ragioni per le quali mi ero permessa di scrivergli”. Elizabeth Arquinigo – la giovane cittadina peruviana cresciuta in Italia e “intrappolata” nella gabbia burocratica del decreto Salvini – ha scelto di scrivere una lunga lettera per rispondere al ministro e di indirizzarla, però, agli italiani e alle italiane “come me”, nati in Italia o arrivati in Italia in tenera età e cresciuti qui. Elizabeth ripercorre i diciotto anni di residenza in Italia, tra grandi e piccole discriminazioni, tra distacchi e avvicinamenti, per spiegare come ci si trova a vivere tutti i giorni in un paese di cui ci si sente cittadini, ma dal quale non si è riconosciuti.

ELIZABETH ARQUINIGO – Nata a Lima, Perù. Trasferitasi in Italia a dieci anni, è laureata in Lingue per la Cooperazione internazionale. Ha vissuto nel Maryland per uno scambio linguistico e ha lavorato in Grecia per l’Agenzia europea per l’asilo. Lavora tuttora nel campo dell’asilo politico.
ANDREA SARUBBI – Giornalista e politico, nel 2009 ha depositato una proposta di legge di riforma della normativa sulla cittadinanza.

Sabato 11 Maggio alle ore 17:30 in libreria Barbara Gamba dialoga con l’autrice